Pulizia pannelli fotovoltaici

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

È importante prendersi cura del proprio impianto fotovoltaico, alla stessa stregua di quanto accade con tutte le altre cose di uso quotidiano!

Non si tratta semplicemente di osservare i consumi e la produzione di energia, ma anche di effettuare una pulizia periodica dell’impianto.

Perché quindi bisogna lavare i pannelli fotovoltaici?

Il depositarsi di polvere, sabbia, fogliame, polline e sedimenti vari fa sì che, col passare del tempo, si venga a creare un vero e proprio strato di detriti sui pannelli, a causa del quale i raggi del sole non raggiungono in maniera diretta le celle.

Ciò si traduce in un rendimento più basso dell’impianto fotovoltaico, ovvero un 15-20% in meno rispetto a quando essi sono completamente puliti.

Quando e come avviene la pulizia dei pannelli fotovoltaici

Normalmente, la pulizia ordinaria dei pannelli fotovoltaici può essere effettuata una volta all’anno.

Molto spesso è la pioggia a rimuovere tutti i detriti, ma la sua azione non è sempre così efficace.

Oltre alle condizioni meteorologiche, anche il luogo in cui l’impianto viene installato può fare la differenza.

Bisogna considerare infatti se i pannelli sono collocati in prossimità di alberi, industrie, comignoli, in una zona di mare, località secche in cui piove molto poco e così via.

Dagli alberi cadono foglie, rametti e resina; gli scarichi delle industrie sono spesso formati da polveri sottili e scure; il fumo nero che fuoriesce dai comignoli si deposita come una patina nelle parti circostanti; nelle zone di mare il vento sposta la sabbia e l’umidità fa sì che essa aderisca alle superfici.

Come bisogna effettuare la pulizia?
Innanzitutto devi valutare se è meglio ricorrere ad una pulizia fai da te o rivolgerti ad una ditta specializzata, che opera quotidianamente con questa tipologia di prodotti, come Powerlog.

Pulizia fai da te

Se stai pensando ad una soluzione fai da te, sii molto cauto con la scelta dei prodotti per la pulizia tra quelli che si trovano in commercio.
Evita assolutamente di adoperare gli stessi detersivi che usi in casa per lavare i piatti, per fare il bucato, pulire i vetri o il pavimento; ognuno di essi potrebbe rivelarsi dannoso.
Esistono validissime alternative, kit pulizia pronti per l’uso ideati proprio per la pulizia dei pannelli fotovoltaici. Ciononostante, bisogna prestare sempre la massima attenzione.
I detergenti pubblicizzati da alcune case produttrici di dubbia provenienza, infatti, contengono numerose sostanze aggressive che potrebbero danneggiare la superficie dei pannelli.
Ciò che gli esperti consigliano (e anche i professionisti di Powerlog ricorrono a tali rimedi) è di usare:

  • acqua depurata o demineralizzata (la stessa che viene inserita nella caldaia del ferro da stiro, per intenderci);
  • detergenti delicati senza risciacquo, in modo da non produrre eccessiva schiuma, e antistatici, perché creino una giusta base protettiva contro gli agenti esterni (smog, fumo, polvere, residui di ogni genere);
  • spazzole e spazzoloni non abrasivi (per non graffiare la superficie);
  • aste telescopiche di alluminio (la più diffusa è l’asta telescopica PRO 4,5 m);
  • lancia, idropulitrice o altre macchine apposite per il lavaggio dei pannelli fotovoltaici.

Pulizia professionale

La pulizia finora descritta, se ben organizzata ed eseguita con tutto l’occorrente, potrebbe sembrare di facilissima realizzazione, ma le variabili ostative possono essere molteplici; ad esempio cosa accade quando non ci sono le giuste condizioni per poter accedere al tetto?

Se non si possiedono mezzi adeguati, è opportuno che rivolgersi a ditte specializzate le quali, grazie ad una serie di dotazioni specifiche, riescono a raggiungere anche i punti più alti e scomodi in cui sono collocati i pannelli.

Solitamente i professionisti utilizzano aste telescopiche in carbonio, che arrivano facilmente ovunque e puliscono a fondo grazie all’azione di una pompa ad esse collegata.

In casi particolarmente ostici invece, si può decidere di ai carrelli elevatori, che permettono di eseguire in totale comodità ogni operazione.

Opere di manutenzione ordinaria

Se desideri ottenere sempre alte prestazioni dal tuo impianto fotovoltaico e se vuoi preservare la sua integrità, oltre alla pulizia dei pannelli, è importante che tu segua anche alcune regole manutentive.

Si tratta di semplici operazioni di routine, come monitorare i dispositivi elettronici collegati all’impianto, che non richiedono particolari sforzi specifiche competenze tecniche.

  • Prima di tutto bisogna controllare periodicamente la resa dell’impianto mediante il misuratore apposito, o scaricando un’app specifica sul proprio smartphone.
  • In caso di neve è importante ripulire i pannelli, sia per evitare che si appesantisca la struttura portante dell’impianto, sia perché i raggi del sole non riuscirebbero ad arrivare in maniera diretta sulle celle, a causa dell’ostacolo (la neve, appunto).
  • Il controllo degli inverter attraverso i led indicatori permette di sapere se vi sono cali o guasti.
  • Assicurarsi della funzionalità di quadri e cablaggi previene senza dubbio eventuali criticità che dovessero sopraggiungere.

Se sei in cerca di informazioni, vuoi risolvere i tuoi dubbi o hai bisogno di assistenza per la pulizia dei tuoi pannelli fotovoltaici, rivolgiti pure a Powerlog; un team di esperti sarà a tua completa disposizione e ti aiuterà a risolvere il problema.

Lascia un Commento

SCOPRI I VANTAGGI DELL'ENERGIA SOLARE

INSTALLA IL TUO IMPIANTO FOTOVOLTAICO